Juventus fans singing: “FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS”

OOOOOOOH OOOOOH OOOOOOOH FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS OOOOH

Supporters

Juventus are the biggest supported football club in Italy, with over 12 million fans or tifosi, which represent approximately 29% of the total Italian football fans according to a research published in September 2010 by Italian research agency Demos & Pi, and one of the most supported football clubs in the world, with 180 million supporters (43 million in Europe alone), particularly in the Mediterranean countries, to which a large number of Italian diaspora have emigrated. The Torinese side has fan clubs branches across the globe.

Demand for Juventus tickets in occasional home games held away from Turin is high; suggesting that Juventus have stronger support in other parts of the country. Juve is widely and especially popular throughout mainland Southern Italy, Sicily and Malta, leading the team to have one of the largest followings in its away matches,  more than in Turin itself.

Rivalries

Juventus have significant rivalries with two clubs. Their traditional rivals are fellow Turin club Torino F.C. and matches between the two side are known as theDerby della Mole (Derby of Turin). The rivalry dates back to 1906 as Torino was founded by break-away Juventus players and staff. Their most high-profile rivalry is with Internazionale, another big Serie A club located in Milan, the capital of the neighbouring region of Lombardy. Matches between these two clubs are referred to as the Derby d’Italia (Derby of Italy) and the two regularly challenge each other at the top of the league table, hence the intense rivalry. Up until the Calciopoli scandal which saw Juventus forcibly relegated, the two were the only Italian clubs to have never played below Serie A. Notably the two sides are the first and the second most supported clubs in Italy and the rivalry has intensified since the later part of the 1990s; reaching its highest levels ever post-Calciopoli, with the return of Juventus to Serie A.

Ultras

The first real groups of Juventus Football Club supporters came in the middle of the 1970s. The first two groups were called Venceremos and Autonomia Bianconera and both were on the  in politics. In 1976 the first two real organizated Ultras groups were founded, Fossa dei Campioni andPanthers.

One year later, the Gruppo Storico Fighters was founded by Beppe Rossi, who was the most important figure among the Juventus supporters.

In the first years of the 1980s, other supporter groups were created: Gioventù BianconeraArea Bianconera and Indians were among them. Two extreme ultras were also founded during this period: Viking and Nucleo Armato Bianconero (N.A.B.). These two groups really made themselves respected inside and outside of the stadium and were the only two Juventus Ultras groups who reminded of real hooligans.[citation needed] The reason is that they never feared fighting against other supporters. In 1987 the Gruppo Storico Fighters was dissolved as consequence of conflicts between Juve and Fiorentinafans in Florence. A lot of old Fighters members together with members from other groups -as Indians and Gioventù Bianconera- decided to form a new group called Arancia Meccanica, inspired by the popular Stanley Kubrick film, but a short time later they have changed the name to Drughi.  Drughi became the most important supporter group and had about 10,000 members between 1988 and 1996.

In 1993 some of the Drughi members who were old members of Fighters group decided to form this group again. In the next four years they fought with Drughi, who then later became the leading group in La Curva Scirea  of the Stadio Delle Alpi and the result was that Drughi will hang their banner in the middle of La Curva Scirea while Fighters had to put their on right of them.

In 1997 leader groups Fighters and Drughi together with other groups in La Curva Scirea  decided to get together under the name Black And White Fighters Gruppo Storico 1977.

In this period another big supporter group, Irrudicibili Vallette, gained massive influence in the Curva Nord of the stadium. The group was created in 1990 by a group from the Turin neighbourhood Vallette. This group was placed in the Curva Nord at the other end of the stadium from where Fighters are placed. In the beginning the group were very organized and in 1998 they replaced Viking and took over the leadership in the Curva Nord, but after many problems Irrudicibilido not exist any more.

At the present, the Curva Sud of the Stadio Olimpico di Torino is the main area where the Old Lady organized supporters attends their home matches. They are composed by current supporters groups as Drughi -the leading group in La Curva Sud , Viking JuveArditiNucleo 198506 ClanNoi SoliGruppo Marche 1993 (also knowns as GM), Bruxelles Bianconera (composed by supporters from Belgium and Luxembourg), Gruppo Homer (also knowns as GH),Assiduo Sostegno and Bravi Ragazzi (composed by former Irriducibili members). The Fighters group, the leading Juventus group located in La Curva Nord at the same stadium, have changed his name to Tradizione Bianconera in 2005.

 

Supporters

Juventus are the biggest supported football club in Italy, with over 12 million fans or tifosi, which represent approximately 29% of the total Italian football fans according to a research published in September 2010 by Italian research agency Demos & Pi, and one of the most supported football clubs in the world, with 180 million supporters (43 million in Europe alone), particularly in the Mediterranean countries, to which a large number of Italian diaspora have emigrated. The Torinese side has fan clubs branches across the globe.

Demand for Juventus tickets in occasional home games held away from Turin is high; suggesting that Juventus have stronger support in other parts of the country. Juve is widely and especially popular throughout mainland Southern Italy, Sicily and Malta, leading the team to have one of the largest followings in its away matches,  more than in Turin itself.

Rivalries

Juventus have significant rivalries with two clubs. Their traditional rivals are fellow Turin club Torino F.C. and matches between the two side are known as theDerby della Mole (Derby of Turin). The rivalry dates back to 1906 as Torino was founded by break-away Juventus players and staff. Their most high-profile rivalry is with Internazionale, another big Serie A club located in Milan, the capital of the neighbouring region of Lombardy. Matches between these two clubs are referred to as the Derby d’Italia (Derby of Italy) and the two regularly challenge each other at the top of the league table, hence the intense rivalry. Up until the Calciopoli scandal which saw Juventus forcibly relegated, the two were the only Italian clubs to have never played below Serie A. Notably the two sides are the first and the second most supported clubs in Italy and the rivalry has intensified since the later part of the 1990s; reaching its highest levels ever post-Calciopoli, with the return of Juventus to Serie A.

They also have rivalries with Milan, Roma and Fiorentina.

Ultras

The first real groups of Juventus Football Club supporters came in the middle of the 1970s. The first two groups were called Venceremos and Autonomia Bianconera and both were on the  in politics. In 1976 the first two real organizated Ultras groups were founded, Fossa dei Campioni andPanthers.

One year later, the Gruppo Storico Fighters was founded by Beppe Rossi, who was the most important figure among the Juventus supporters.

In the first years of the 1980s, other supporter groups were created: Gioventù BianconeraArea Bianconera and Indians were among them. Two extreme ultras were also founded during this period: Viking and Nucleo Armato Bianconero (N.A.B.). These two groups really made themselves respected inside and outside of the stadium and were the only two Juventus Ultras groups who reminded of real hooligans.[citation needed] The reason is that they never feared fighting against other supporters. In 1987 the Gruppo Storico Fighters was dissolved as consequence of conflicts between Juve and Fiorentinafans in Florence. A lot of old Fighters members together with members from other groups -as Indians and Gioventù Bianconera- decided to form a new group called Arancia Meccanica, inspired by the popular Stanley Kubrick film, but a short time later they have changed the name to Drughi.  Drughi became the most important supporter group and had about 10,000 members between 1988 and 1996.

In 1993 some of the Drughi members who were old members of Fighters group decided to form this group again. In the next four years they fought with Drughi, who then later became the leading group in La Curva Scirea  of the Stadio Delle Alpi and the result was that Drughi will hang their banner in the middle of La Curva Scirea while Fighters had to put their on right of them.

In 1997 leader groups Fighters and Drughi together with other groups in La Curva Scirea  decided to get together under the name Black And White Fighters Gruppo Storico 1977.

In this period another big supporter group, Irrudicibili Vallette, gained massive influence in the Curva Nord of the stadium. The group was created in 1990 by a group from the Turin neighbourhood Vallette. This group was placed in the Curva Nord at the other end of the stadium from where Fighters are placed. In the beginning the group were very organized and in 1998 they replaced Viking and took over the leadership in the Curva Nord, but after many problems Irrudicibilido not exist any more.

At the present, the Curva Sud of the Stadio Olimpico di Torino is the main area where the Old Lady organized supporters attends their home matches. They are composed by current supporters groups as Drughi -the leading group in La Curva Sud , Viking JuveArditiNucleo 198506 ClanNoi SoliGruppo Marche 1993 (also knowns as GM), Bruxelles Bianconera (composed by supporters from Belgium and Luxembourg), Gruppo Homer (also knowns as GH),Assiduo Sostegno and Bravi Ragazzi (composed by former Irriducibili members). The Fighters group, the leading Juventus group located in La Curva Nord at the same stadium, have changed his name to Tradizione Bianconera in 2005.

Source: Wikipedia

 

ITALIANO

Cenni storici

Il pensiero comune d’inizio XX secolo voleva che il tifo per la Juventus fosse appannaggio delle classi borghesi, laddove quello per la sua rivale cittadina, il Torino, traesse linfa dalle classi popolari e proletarie. Qualche decennio dopo, con l’ingresso degli Agnelli nel capitale societario della cosiddetta Vecchia Signora (1923), il tifo per la squadra si diffuse anche tra gli operai meccanici dell’industria di proprietà della famiglia, la FIAT. Essendo iniziato un fenomeno migratorio – poi divenuto massiccio nel secondo dopoguerra – verso Torino e gli altri grandi poli industriali del Settentrione da parte dei lavoratori meridionali in cerca di impiego, la Juventus, già dagli anni trenta, divenne il primo club italiano ad avere una tifoseria non più connotata campanilisticamente o, al più, regionalmente, ma a carattere nazionale.

Cenni demograficiCon il consolidamento dei flussi migratori interni avvenuti tra gli anni cinquanta e i primi settanta la Juventus sembrò rappresentare, attraverso i suoi tifosi, lo spirito del nuovo lavoratore immigrato piemontese, mentre la tifoseria del Torinorimase legata all’ambiente culturale di marca prettamente torinese e cittadina. In anni più recenti, comunque, le differenze sociali e culturali fra le due opposte tifoserie si sono sempre più affievolite fino ad essere oramai, di fatto, nulle.

I sostenitori della Juventus sono quantificabili in oltre 12 milioni in Italia secondo il più recente sondaggio di settore condotto dall’istituto Demos & Pi e pubblicato nel settembre 2011 sul quotidiano la Repubblica: con il 29,2% di preferenze da parte del campione esaminato, il club torinese risulta essere il più sostenuto del Paese, cifra che rappresenta uno di ogni cinque abitanti sul territorio nazionale.

In base a quanto emerge da un sondaggio simile pubblicato nel 2010, la Juventus risulta essere anche la squadra con il più alto numero di sostenitori in quattroregioni geografiche su cinque, avendo riscosso il maggiore percentaggio di preferenze nel Nord-ovest (32%), nel Centro (27%) e nel Sud e isole (31%), mentre che nel Nord-est è seconda nella graduatoria di preferenze (23%). Da un’indagine del 2007 risulta che, analogamente a quelli dell’Internazionale, i sostenitori della Juventus sono distribuiti in maniera pressoché uniforme su tutto il territorio nazionale. In 11 regioni su 20 la Juventus è il club con il più grosso seguito di sostenitori. Nelle altre 9, in 4 di esse è il secondo club per seguito, e in cinque, il terzo club.

Secondo un sondaggio dell’istituto di ricerca Format Research Srl e l’agenzia stampa telematica Sporteconomy pubblicato alla fine del campionato 2009-10, la Juventus risulta avere 13,3 milioni di tifosi in Italia, che ne fanno la prima squadra per numero di sostenitori.

Il tifo per la Juventus, tradizionalmente eterogeneo dal punto di vista sociologico e geograficamente uniforme in tutto il Paese, è molto marcato anche nel Mezzogiorno d’Italia e nelle isole, il che garantisce un seguito rilevante alla squadra anche durante gli incontri esterni. Tale caratteristica di diffusione del tifo fa della Juventus, dal punto di vista sociologico, una squadra «nazionale». Frequente è anche il caso di tifosi organizzati che, anche da luoghi geograficamente lontani del Paese, raggiungono con regolarità Torino per gli incontri interni della squadra:

La Juventus, inoltre, è una delle squadre con il maggior numero di sostenitori al mondo contandone circa 180 milioni di simpatizzanti, di cui, oltre al già citato numero di simpatizzanti in Italia, ventisei milioni nel resto del territorio europeo, novantotto milioni nel continente asiatico e trentanove milioni sparsi in Africa e leAmeriche in base a un rapporto della società tedesca di indagini sul mercato sportivo Sport+Markt AG dell’agosto 2005. Secondo un rapporto realizzato dalla stessa società nel 2008 la Juventus potrebbe altresì contare su un bacino potenziale di circa 17,7 milioni di sostenitori sparsi in sedici paesi europei (compresa l’Italia) e di 9,6 milioni di simpatizzanti sparsi in tre paesi latinoamericani. Un rapporto simile pubblicato da Sport+Markt nel settembre 2010 ubica alla Juventus al decimo posto nel continente europeo per numero di potential fans (circa 13,1 milioni).In base ai dati elaborati dal Centro Studi della Lega Nazionale Professionisti nel maggio 2010, la tifoseria della Juventus ha la maggior percentuale di occupazione dello stadio durante le gare casalinghe del panorama calcistico italiano (82,82%). Inoltre, la squadra bianconera risultò essere la seconda nel Paese in termini d’audienza e share televisivo.

Orientamento politico

Per quanto riguarda gli orientamenti politici delle tifoserie organizzate, in base a un rapporto della Polizia di Stato del 2003 quello della Juventus risultava prevalentemente attestato su posizioni di destra; tuttavia, fuori dalle frange organizzate, l’orientamento politico della tifoseria, in ragione della sua eterogeneità sociale e territoriale, risulta non discostarsi in misura significativa da quelli più diffusi genericamente a livello di popolazione nazionale: è quanto emerse da un sondaggio condotto da ACNielsen citato nel 2004 dalla rivista Diario, in cui si stabilì che quella della Juventus è una tra le poche tifoserie a esprimersi elettoralmente in maniera pressoché equanime tra destra e sinistra.

Fan club

Attualmente un buon numero di sostenitori si organizza in fan club e associazione di tifosi. Il principale è il Centro Coordinamento Juventus Club DOC (CCJC) – l’unico affiliato alla società del capoluogo piemontese –, che annovera oltre 300 club riconosciuti ufficialmente dalla Juventus distribuiti in oltre venti paesi. Negli ultimi anni sono stati fondati associazioni indipendenti quali Italia Bianconera,Grandi Amici della Juventus e l’Associazione Culturale Ju29ro Team, che promuovono, attraverso la beneficenza, manifestazioni tra i fan.

La società bianconera vanta numerosi club sparsi in tutte le regioni d’Italia e, all’estero, per tutto il mondo, in particolare nei Paesi a forte emigrazione italiana quali Canada, Stati Uniti, Belgio, Malta,San Marino, Francia, Svizzera, Germania, Regno Unito, Iran, Israele, Grecia, Malesia, Indonesia, Australia e Vietnam.

La tifoseria organizzata

Cenni storici

I primi gruppi di tifosi juventini furono creati verso la metà degli anni settanta. I primi due gruppi conosciuti sono Venceremos ed Autonomia Bianconera. Erano schierati su posizioni di estrema sinistra, mentre oggi la tifoseria ha simpatie nazionaliste. Nel 1976 sorgono i primi due gruppi strutturati di tifosi sotto il nome di Fossa dei Campioni e Panthers.

Il Gruppo Storico Fighters fu fondato da Beppe Rossi, il personaggio più importante tra i tifosi ed ultrà, nell’anno successivo. Questo gruppo sarà il più importante della Curva Filadelfia fino alla fine degli anni 1980. Durante la prima metà degli ottanta si costituiscono numerosi altri gruppi di tifosi come Gioventù BianconeraArea BianconeraIndians (gruppo progenitore del Club Vecchia Guardia-Intoccabili) e il Viking (gruppo ultrà fondato a Milano). Questi raggruppamenti si combineranno sotto la denominazione di Nucleo Armato Bianconero (N.A.B.),un gruppo principalmente di Genova, l’unico gruppo juventino paragonabile agli hooligans. È stato durante quel periodo che ebbe luogo il primo spostamento all’estero di gruppi di tifosi juventini (a Liegi nel 1983).

Nel 1987, a causa degli scontri di Firenze con i tifosi della Fiorentina, il gruppo dei Fighters venne sciolto. La maggior parte dei suoi dirigenti, in società con altri gruppi della Curva Filadelfia (IndiansGioventù Bianconera) si riuniscono nell’ambito di un nuovo gruppo chiamato Arancia Meccanica (direttamente ispirato all’omonimo film del regista statunitense Stanley Kubrick). Il carattere violento di quel film forzerà il gruppo a cambiare nome in DrughiDrughi resterà il gruppo di tifosi più importante della Curva Filadelfia – circa 10000 membri – dal 1988 al 1996. Nel 1993, una parte dei tifosi del gruppo Drughi riprende la sua autonomia e riforma il gruppo storico dei Fighters. Durante quattro anni queste due associazioni si disputano la supremazia della Curva Scirea e nel 1997 i Drughilasciarono la scena, consentendo così che si formassero i Black and White Fighters Gruppo Storico 1977. Così, il gruppo storico di tifosi della Juventus Football Club era stato rifondato vent’anni dopo la sua creazione.

Dopo quest’unificazione, il gruppo degli Irriducibili Vallette – creato nel 1990 da un gruppo di tifosi della zona di Torino chiamata Vallette – farà base nella Curva Nord del Delle Alpi, per sciogliersi alcuni anni dopo. Dal 1995 al 2001 in curva sud insieme ai Black and White Fighters Gruppo Storico 1977 faranno la loro comparsa i ragazzi del Fronte Bianconero 1995.

Attualmente i sostenitori della Juventus sono divisi in vari gruppi organizzati come Drughi – il principale gruppo ultrà juventino nella Curva Scirea, che ritornò in curva ufficialmente il 13 febbraio 2005 dopo la sua ultima apparizione il 22 maggio 1996) -, Viking JuveTradizione BianconeraAntichi ValoriGenovaAsti,PonenteMagentaNucleo 1985Gruppo Marche 1993 (anche noto come GM), Bravi Ragazzi (gruppo formato da ex Irriducibili). Il gruppo Fighters cambiò denominazione in Tradizione Bianconera e “Antichi Valori” nel 2005 è il principale gruppo ubicato nella Curva Nord dello stesso stadio.

Negli anni duemila la tifoserie bianconera è stata protagonista di episodi razzisti tanto da accumulare, per esempio nella stagione 2011-2012, sette multe per un totale di 115.000 euro.

Gemellaggi e rivalità

Non risultano ufficialmente gemellaggi di tifoserie italiane con quelle della Juventus: per circa un ventennio a partire dagli anni ottanta, coincidenti con la presenza in Serie A della compagine irpina, vi fu un gemellaggio con la tifoseria dell’Avellino, poi sciolto per iniziativa di alcune frange di tifosi biancoverdi a fine anni novanta. Fuori dal Paese esistono accordi di gemellaggio con i tifosi organizzati dell’ADO Den Haag, compagine olandese dell’Aia e con quelli del Legia Varsavia, polacca.

La tifoseria rivale d’elezione è, come per tutti i casi di avversarie della stessa città, quella del Torino. A seguire, quella dell’Internazionale, fin dagli anni sessanta, e quella del Milan, nonostante per lungo tempo le due società abbiano tenuto buoni rapporti sportivo-commerciali con reciproci scambi di giocatori.

Più recenti, e legate all’imporsi alla ribalta negli anni ottanta delle loro squadre con conseguente lotta sportiva per la conquista del primato nazionale, le rivalità con la tifoseria della Fiorentina, legata principalmente alla lotta-scudetto del campionato 1981-82, e con quella della Roma, che fino alla metà di quel decennio fu la più valida contendente dei bianconeri al titolo.

La Curva Scirea allo Stadio delle Alpi è sempre stata il settore occupato durante le gare casalinghe dai nuclei più accesi della tifoseria organizzata. Allo Stadio Olimpico, i tifosi hanno invece occupato la Curva Filadelfia. Attualmente, il luogo di incontro dei gruppi ultrà bianconeri è la Curva Sud dello Juventus Stadium.

 

Gemellaggi: Fc Den Haag and Legia Varsavia.
Rivalries: FiorentinaTorinoMilanRomaInterNapoliLiverpool, Parma and Lazio.
Source: Guerra e Pace 

Source: Wikipedia

No comments yet... Be the first to leave a reply!

Leave a Comment

 

— required *

— required *